Zanon Infissi Informazioni Galleria Contatti
copertina

Z a n o n   I n f i s s i

serramenti in alluminio e pvc - Padova

Guida all'acquisto dei serramenti in alluminio

Il serramento in alluminio vanta una lunga tradizione d'impiego in edilizia, ed è attualmente uno dei sistemi costruttivi per serramenti più dinamici sotto il profilo dell'evoluzione tecnologica, testimoniata negli ultimi anni dall'arrivo sul mercato di soluzioni con profili minimali per serramenti a battente e scorrevoli.
Nell'alluminio a taglio termico la parte esterna del serramento è collegata a quella interna per mezzo di speciali materiali isolanti, che impediscono il passaggio del freddo o del caldo. Questa soluzione garantisce oggi dei risultati d'isolamento termico di assoluto rilievo.

Finestre e portefinestre in alluminio a taglio termico permettono di ottenere un'eccezionale robustezza e tenuta agli agenti atmosferici utilizzando profili molto snelli e slanciati. La naturale rigidità del materiale è particolarmente indicata per la realizzazione di grandi superfici, disegnate con poche, essenziali linee costruttive. Il risultato è un serramento in cui sono protagoniste la parte vetrata e la luce che la attraversa.
Nella versione con anta a scomparsa, una finestra in alluminio a taglio termico permette di ottenere fino al 20% di superficie vetrata in più rispetto ad un'analoga finestra in pvc.

L'enorme gamma di finiture e colori, unita alla possibilità di soluzioni a scomparsa, blindate o motorizzate, rendono l'alluminio il materiale più versatile per soddisfare le esigenze dei moderni ambiti costruttivi e per la realizzazione di serramenti altamente personalizzati.


Guida all'acquisto dei serramenti in pvc

I serramenti in PVC costituiscono oggi la parte predominante del mercato edilizio nel nord e centro Europa, e si stanno progressivamente affermando anche in paesi con climi più temperati, come la Spagna e l'Italia.

Il pvc attualmente è in grado di offrire le migliori prestazioni d'isolamento termico in rapporto al costo. Anta e telaio hanno un disegno interno a più camere di tenuta e funzionano da barriera contro le intemperie. Abbinato ad un vetrocamera basso emissivo e a controllo solare, il serramento in pvc risponde in modo perfetto alle esigenze di comfort estivo ed invernale delle moderne abitazioni.

Il rinforzo interno in acciaio garantisce la sicurezza e l'indeformabilità del prodotto. La mescola del materiale, priva di componenti tossiche, lo rende inalterabile nel tempo e assolutamente restistente agli agenti atmosferici.

Punto di forza del sistema in pvc è la capacità di inseririsi con naturalezza nelle nuove costruzioni e anche nelle ristrutturazioni di unità immobiliari esistenti, essendo progettato con soluzioni che permettono la sostituzione dei vecchi serramenti senza dover intervenire sulla muratura.

Speciali pellicole di rivestimento goffrate rispondono a tutte le richieste del mercato residenziale odierno, rendendo allo stesso tempo le finestre piacevoli al tatto ed alla vista. La possibilità di adottare colori non standard completa l'offerta, permettendo ai clienti più esigenti una totale personalizzazione dei propri serramenti.


Come leggere le prestazioni del serramento

Le norme fondamentali per la definizione di un serramento per esterni sono quelle che permettono di identificarne il comportamento all'aria, all'acqua, al vento, e la sua capacità di isolamento termico.

La Permeabilità all'aria stabilisce cinque classi di appartenenza (0,1,2,3,4 - dalla peggiore alla migliore). La modalità di classificazione si basa sui valori in metri cubi d'aria che passano dal serramento.

La Tenuta all'acqua stabilisce undici classi di appartenenza (0,1,2,3,4,5,6,7,8,9,E - dalla peggiore alla migliore). Superata la classe 9, viene indicata la lettera E seguita dalla pressione raggiunta in prova, quindi valori maggiori (E750 - E900 - E1050 e così via) indicano prestazioni migliori.

La Resistenza al vento stabilisce che l'infisso può essere classificato in cinque classi per la pressione del vento (1,2,3,4,5 - dalla peggiore alla migliore) e tre classi (A,B,C - dalla peggiore alla migliore) per la relativa deformazione. L'abbinamento dei due indici fornisce la classificazione del serramento. Un serramento classificato C5 (la classe massima) supera indenne una pressione equiparata ad una velocità del vento di circa 230 km/h.

La Trasmittanza termica Uw indica il flusso di calore che attraversa il serramento. Una volta determinati i valori Ug di trasmittanza del vetro, Uf di trasmittanza dei profili e un coefficiente che tiene conto dell'area di contatto serramento / vetro (dipendente dal materiale di cui è composta la canalina del vetrocamera), si può determinare il valore finale di trasmittanza Uw del serramento, in rapporto alla superficie dello stesso, tramite calcoli o prove dirette di laboratorio.
La norma indica anche delle dimensioni di riferimento su cui eseguire il test, in modo da poter estendere i risultati a serramenti simili, con dimensioni comparabili.

La conoscenza di questi dati permette al progettista di scegliere il livello prestazionale desiderato e l’utente finale può quindi prevedere come si comporterà la finestra acquistata. Ad esempio, la caratteristica di permeabilità all'aria è anche correlabile all'isolamento acustico in modo semplice: maggiore è l'aria che può passare, minore sarà l'isolamento acustico creato.
Tutto quanto esposto, tuttavia, è relativo al serramento provato in laboratorio. L'utente finale si trova ad operare con un componente che viene posto in opera in cantiere, ed è questo il motivo per cui una posa in opera qualificata è fondamentale affinchè le prestazioni reali del serramento corrispondano ai test eseguiti in origine.


Detrazioni per Ristrutturazioni e Risparmio Energetico:

Le detrazioni fiscali per il recupero del 65% della spesa sostenuta per gli interventi di Riqualificazione Energetica degli edifici sono state prorogate con la Legge di Stabilità anche per quest'anno. I serramenti, per rientrare nelle modalità attuative del decreto, devono garantire i limiti di trasmittanza pubblicati in Gazzetta Ufficiale.
La procedura da seguire per ottenere le detrazioni fiscali è semplificata: l'utente deve obbligatoriamente effettuare i pagamenti mediante uno speciale bonifico bancario, e successivamente compilare un semplice questionario nell'apposito sito predisposto dall'Enea. Non esiste obbligo di mandare comunicazione preventiva dei lavori da effettuare. Le detrazioni verranno ripartite in 10 rate annuali di pari importo, detraibili dalle imposte sui redditi.

Le spese per le Ristrutturazioni continuano ad essere agevolate con una detrazione pari al 50% della spesa sostenuta.
Anche in questo caso i pagamenti devono essere obbligatoriamente effettuati con bonifico bancario e le detrazioni restano ripartite in 10 rate annuali di pari importo. A differenza della procedura precendente, è però necessario essere in possesso di un permesso per effettuare i lavori, che, a seconda del tipo di intervento da effettuare e del regolamento edilizio del Comune, può variare da una comunicazione in carta semplice a pratiche gestite tramite Scia o Dia da un professionista abilitato.